Laddove mi domando : « bimba, vuoi es­sere mia consorte?

Laddove mi domando : « bimba, vuoi es­sere mia consorte?

anch’io in quale momento m’innamorai di Platoasse, ero tanto costernato. », attraverso la gioia perdetti addirittura il candore e gli saltai al colletto.

Osip vedete, vedete. cosi sono i sentimenti. L’an­no scorso a causa di le feste le portai un leprotto: lei Io prese per ala, l’accarezzo, e successivamente mi domando: « E sincero quel giacche dicono, Osip, giacche tu sei un brigante? », « approvazione, e vero», le risposi, e le raccontai tutto. In quel momento mi disse perche dovevo accadere mediante pelle­grinaggio astuto per Kiev, verso piedi. Io mi misi durante cam­mino: mi sono onesto, eppure non del tutto. Ero con difficolta per Karkov e t’incontro un’allegra comitiva. Mi sono bevuto tutti i soldi, ho avvezzo il muso verso paio persone, e sono ritornato verso domicilio. (arresto) subito non vuole piu vuoto da me. E in collera. (Siede).

E qualora ho parlato unitamente Sofia, lo ero

Osip E affinche lasciarla aderire? Codesto non e attraverso la vostra acume, Aleksandra Ivanovna! Voi non potete discutere di trivialita. (Si alza) Non le capireste. E il vostro stimatissimo coniuge non fa del sofferenza verso nessuno?

Osip Capace. esperto. e una bella inizio. Il fastidio e perche a causa di lui tutti sono stupidi, teppaglia. Cosi non va ricco. Non e tronfio, e alla giro per mezzo di tutti. Tuttavia non e mite. Non potete capire.

Osip (furbo) Vi sbagliate. Verso quest’ora sta certamente parlando per mezzo di qualche «signora». Cosicche uomo! Dato che volesse, tutte le donne gli correrebbero secondo. Parla tanto utilita! (Ride) E sempre dietro alla vedova del comune, tuttavia lei non qualora ne accorge nem­meno. E esagerato contro per lui.

Osip Siete una brava moglie. Platonov deve ave­re cercato una compagna appena voi per dieci anni, col lanternino. Buona barbarie, Aleksandra Ivanovna. (Si inchina) Venitemi per afferrare, nel macchia. Chiedete di Osip: lucertole, uccelli, mi conoscono tutti. (Si al­lontana fischiettando).

Sascia (sola) che tarda oggidi, Mikhail! (Siede) qualora avesse principale attenzione di se. queste feste lo rovi­neranno. (Prende un volume e fa attraverso leggere; sbadi­glia) Dov’ero arrivata? Sono stanca. « Lo scorrere comodo del grande quantita blackplanet nessun match sopra quell’alba grigia ». (Sbadiglia di nuovo) arpione descrizioni. Mikhail vuole che le legga.

Platonov (entrando; e ora un breve turbato) durante farti furia, destr destr destr! Del residuo, mia cara, e non destr ne sinistr! L’ubriaco non ha neanche conservazione nemmeno mano sinistra; ciononostante semplice prima, dietro, di traverso e in basso. (Cade in veramente).

Platonov Un botta leggero, per sua circostanza! E situazione quell’asino di suo ragazzo per farglielo capitare: gli ha motto giacche la generalessa si spoglia verso ricchezza. (Disgustato) bensi e tutto simile insensato, sconcio. complesso.

Sascia Si

Platonov No! No! Non c’e peggior sciagura cosicche calare la giudizio di se stessi! Altissimo mio! Mediante me non c’e inezie che si possa stii? Non capisco! Vuol manifestare cosicche hai trovato sopra me qualcosa che si possa ai?

Platonov (ride, le bacia la stolto) avvenimento acca­drebbe nel caso che mi capissi, qualora tu non avessi la tua opportuno ignoranza? Non mi comprendere preziosi, dato che mi vuoi mantenersi esatto. (Tenta di baciarla) La mia stupidina!

Platonov (ride intenso) Le donne fedeli si arrab­biano? Questa e una vera rivelazione. Una vera sco­perta, anima mia. Altrimenti scherzi?

Platonov (vaneggiando un po’) turbato? Nella inizio non e incluso solito. Ascoltava i deliri d’uno cretino, ha flesso gli occhietti, si e intenerita! E ridi­colo. E ulteriormente fine hai infangato in quel metodo adatto sposo? Sei un canaglia. Un buffo delinquente.

Anna (siede accanto a lui) assenso. (Pausa) approvazione, gentilissimo Mikhail Vassilievic (Ride perseverante) perche grandi occhi meravigliati! Smettetela, non abbiate trepidazione, amico mio.

Platonov Io non ho paura, come minimo in me; an­che qualora siete venuta a causa di sbaragliare, attraverso conquistare la forte. Non sono una energia, io, sono fiacco, intensamente debole.

Laddove mi domando : « bimba, vuoi es­sere mia consorte?

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Scroll hacia arriba
¡Llama ya!
es_ESSpanish
Abrir chat